“Desiderio di Atlantico” è il disco evocativo dei CubeLoose

È disponibile nei principali digital stores, con il suo ritmo vario e variegato, Desiderio di Atlantico, il disco dei CubeLoose pubblicato da Isola Tobia Label. Nove tracce – tra le quali il singolo di lancio Frufrù (qui il videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=487g4iwIOA0) – che trasportano la mente verso atmosfere oniriche e ricordi mai sopiti. Un messaggio emozionale intenso, suggerito in molti frangenti dal fascino evocativo del mare e delle sue onde, scena e compendio delle note sinuose della tracklist. Stimolare l’emotività e l’immaginario di chi ascolta – non senza una certa dose di ironia – è l’obiettivo imperante della band romana. Non a caso, dietro l’apparente leggerezza dei brani, si cela una velata malinconia per il passato. L’ascolto si trasforma in un percorso sensoriale durante il quale ci si perde a sognare di essere ‘in riva a una spiaggia’ rapiti da un sensuale turbamento.

Desiderio di Atlantico è un viaggio nella memoria e nelle mutazioni, tra vizi e passioni, crudi sberleffi e aromi persistenti – raccontano i CubeLoose – metafora e favola. La ‘nostalgia del futuro’ nella scoperta dell’utopia come necessità, i miti ‘Sole’ e ‘Mare’ come metafora e funzione del desiderio. Un’opera descrittiva in chiave onirica abbinata a una ricerca di suoni e situazioni musicali di presunta forza evocativa: suoni, immagini, odori… una desiderata provocazione sensoriale ed emozionale”.

BIO CUBELOOSE

Formatosi nel 2010, su intuizione e progetto di Vittorio Fontana, CubeLoose è un gruppo musicale romano con profonde radici partenopee. Non a caso, il nome della formazione si riferisce alla delirante trasmutazione, in un inglese che cerca di essere credibile, del tormentone dialettale napoletano “cchiù blues”, di cui Vittorio allegramente abusa. La diversità delle esperienze e la disponibilità alla contaminazione, sono gli elementi che maggiormente concorrono alla creatività del gruppo, apportando varietà e freschezza alla produzione musicale che ne deriva. Si sperimentano influenze che vanno dalla canzone d’autore al jazz, con una leggera spruzzata di musica latinoamericana.

CubeLoose vuole essere un “luogo” aperto, una proposta musicale di “non genere” in omaggio al bolero, all’oceano, alle essenze profumate del Mediterraneo.

La formazione attuale vede Vincenzo Riccio alle chitarre, Davide Mengarelli alle tastiere, Francesco Saverio Capo al basso elettrico e contrabbasso e Vittorio Fontana alla voce e percussioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *