Nuove uscite Terror from Hell

InfamyThe Blood Shall Flow (ristampa in CD e LP)

Dopo svariati anni di assenza dal mercato, con un diverso artwork e un sound ripulito, finalmente Terror from Hell ristampa in CD – e per la prima volta in LP – l’unico album registrato dagli Infamy. Originariamente uscito per Quabalah Records (sottoetichetta della Repulse) nel 1997, “The Blood Shall Flow” rimane un album di culto del death-metal undergound. Gli Infamy nascono nei primi anni ’90 delle ceneri degli Entety (band dedita a un certo Gore Grind in stile Carcass); dopo un demo nel ’95, registrano “The Blood Shall Flow”. Chiaramente influenzato dalle sonorità di Possessed e Sadistic Intent, l’album vende discretamente, soprattutto in Europa; ma all’alba di un tour europeo, nel marzo nel 1998, viene a mancare Joshua “Jagger” Heatley, bassista cantante e membro fondatore. La band è costretta a fermarsi. La pausa si protrae fino al 2001, quando entrano in studio per registrare tre nuove canzoni e alcune cover di Morbid Angel e Slayer. I troppi impegni di ciascun membro in altre band lasciano poco spazio agli Infamy e difficilmente li vedremo di nuovo in tour. Tuttavia: Mai dire mai.

StonewitchThe Godless (Cassetta)

Terror from Hell, etichetta sempre attenta alle nuove proposte in ambito doom-metal, decide nel 2015 di stampare ufficialmente su cassetta il demo di debutto dei francesi Stonewitch. Nati nei primi mesi del 2014 e già con le idee chiare sulla strada da percorrere, la loro proposta è un miscuglio di influenze che vanno dai Cathedral ai Solitude Aeturnus passando per Saint Vitus e la NWOBHM dei Witchfinder General; il tutto, senza perdere di vista sonorità più legate agli anni ’90. Attualmente sono molto concentrati sull’attività concertistica e per la primavera del 2016 è prevista l’uscita di un nuovo demo.

Cemetery GatesTowards the Gates (ristampa in CD)

In origine – era il 2014 – fu pubblicato solamente su vinile dai tipi di Iron Bonehead; ora Terror from Hell immette nel mercato discografico anche la versione in cd. Parliamo di “Towards the Gates”, prima fatica in studio dei Cementary Fog, giovanissima band proveniente dalla Finlandia. Dopo tre demo autoprodotti, e con un sound più vicino ai primi Beherit e Barathrum, nel 2014 registrano cinque brani che, musicalmente parlando, si distaccano, e non poco, dai loro esordi, presentando un sound molto primordiale. “Towards the Gates” è una enciclopedia di citazioni: dalle sonorità dei primissimi Anathema a quelle dei Katatonia dei primi dischi, passando per Mortuary Drape e Samael, il tutto volutamente registrato in bassa qualità per mantenere il sound il più sporco possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *