Bronson: esce oggi “Qui nel baratro tutto bene”

Di solito ciò che caratterizza una band non è solo da dove viene, ma anche e soprattutto dove sta andando. Perché è chiaro e lampante che i Brönsøn stanno percorrendo una strada tutta loro in mezzo al Frastuono, una strada che viene da molto lontano, che percorre gli anni settanta nelle sonorità e quindi anche prepotentemente gli anni novanta.

Questa è la prima cosa che salta all’orecchio: i riff potenti e al tempo stesso psichedelici di Giorgio Maria Condemi, il basso dal disegno imprevedibile e al tempo stesso suadente di Pierfrancesco Aliotta, la ritmica forte e sincera tanto cara ai Police di Vieri Baiocchi e su tutto spicca la voce di Lara Martelli, un impasto di diversi background canori che affascinano e catturano l’ascoltatore, una prova di una poliedricità autentica che ha sempre contraddistinto quest’artista.

Qui nel baratro tutto bene“ è un album onesto, adulto, frutto di un gioco chiamato ”improvvisazione senza obiettivi“, perché è così che nasce questa band: dal desiderio comune di quattro artisti ognuno con il proprio background, di comporre di getto e d‘impulso note, liriche, arrangiamenti. Potremmo chiamarla urgenza: l‘importanza di comunicare dalle viscere al cuore, dal cuore alle mani, senza nessun tipo di artificio o costruzione. Tutto quello che si sente è vero.

L’album – anticipato dall‘uscita del secondo singolo ”Rec&Play“ (quando Battisti incontra Jack White e i Queens of the Stone Age) – è disponibile su iTunes cliccando QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *