La musica della porta accanto

La musica attraverso suoni, parole e immagini.

Boez andiamo via, nuovo video e singolo “Futuro Futuro”

Sull’onda del successo della docu serie RAI3 “Boez andiamo via”, esce oggi “Futuro Futuro”, nuovo singolo e video tratto dalla colonna sonora originale, scritta da Leo Rosi.

Il brano vede featuring il rapper Spooky Doors, le cui voce e parole hanno contribuito a sonorità attuali particolarmente apprezzate da chi ha seguito la serie su RAI 3 in prima serata e su RAI Play online.

Le musiche originali di “Boez andiamo via” sono prodotte ed edite da Ala Bianca e Rai Com. La sigla della serie “Posso dire che amo” è scritta da Leo Rosi con Francesco Gabbani.

“Boez Andiamo via” è la nuova docu serie Prodotta da Rai Fiction e Stemal Entertainment. Racconta il viaggio a piedi di sei ragazzi condannati per aver infranto la legge e in regime di detenzione, interna ed esterna. Un viaggio/pellegrinaggio che sperimenta il cammino come dispositivo di recupero, una pena alternativa già praticata in altri paesi europei e che abbatte le percentuali di recidiva. 

La docu-serie vuol essere l’occasione per esplorare e verificare in modo concreto l’ipotesi di inserire il cammino come strumento di riscatto e pratica possibile. 

Leo Rosi, produttore, musicista e compositore di musiche per il cinema e la televisione, inizia la sua carriera dapprima come producer dance e house, firmando diversi importanti successi degli anni ’90 e 2000. Collabora con grandi nomi del panorama italiano e internazionale, quali Zucchero, Massive Attack, Eiffel 65 e Francesco Gabbani, prima di dare vita al progetto Mira Leon, con il quale ottiene un significativo successo oltralpe. Nel frattempo Leo Rosi si specializza nelle produzioni per la TV e il cinema, dove ottiene importanti riconoscimenti, collaborando tra gli altri con Giuliano Taviani alle musiche di “Anime Nere”, di Francesco Munzi, e lavorando al fianco di Andrea De Sica alla colonna sonora de “I figli della notte” e Laura Morante  per le musiche di Assolo.

Guarda il video“Futuro Futuro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *