Mario Conte, esordio nel mondo oltre uomo: Overtones

Mario Conte, esordio nel mondo oltre uomo: Overtones

Recensione a cura di Carmine Rubicco

Esordio discografico per Mario Conte dopo illustri collaborazioni con artisti quali Panoramics, Technophonic Chamber Orchestra, Colapesce, Atari Alfio Antico, Abudllah Chaddeh e soprattutto con Peppe Barra e Meg, nonché fondatore del collettivo Phone Jobs, nel quale insieme ad altri musicisti ha iniziato un percorso di riciclo creativo di oggetti elettronici come i telefoni cellulari, riutilizzati per comporre ed eseguire musica. E il futuro è l’ambito in cui si muove la proposta musicale del nostro. Questo Overtones, ep di 5 brani, si pone in linea con quella che può essere definita elettronica minimalista e sperimentale. Non quella di Philip Glass ma quella dei padri fondatori del genere quali La Monte Young e Terry Riley. Quindi spazio a cavalcate umorali monotoniche, ‘ripetitive’ e basate più che sulla forma canzone sulle reazioni dell’ascoltatore, sull’impatto che il suono ha sul suo stato d’animo. A dominare non sono i confini tipici di un brano ma un insieme di suoni volti a creare una reazione in chi ascolta lasciando libero il pensiero di vagare per i propri meandri più o meno scuri. Ulteriore richiamo sono i suoni dell’elettronica post anni 2000 di Felix da Housecat. Quindi beat molto bassi che offrono ottima base per la sovrapposizione di atmosfere profonde e avvolgenti ora inquietanti ora più serene. Chiude la cinquina Modern Country Side che aggiunge in coda a tutto un afflato di industrial, quasi a lasciare una porta socchiusa su quello che potrebbe essere un prossimo lavoro.

In conclusione Overtones è un disco certamente non semplice e per ‘palati forti’, oltre che avvezzi a tali sonorità, pronti non solo a nuove sensazioni ed emozioni ma dalla mente completamente aperta per poter seguire Conte nel suo viaggio onirico nel mondo dell’oltre uomo. Un disco che si apprezza col tempo e con i ripetuti ascolti che danno la giusta chiave di lettura per questo joyciano flusso di coscienza.

Tracklist: 1. Harmonic Field #1
2. Harmonic Field #2
3. Organic Wave Part 1+Organic Wave Part 2
4. Modern Country Side

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *