Drake #1 al mondo nello streaming su Spotify. Il video di “Hotline Bling” e’ il fenomeno virale del 2015

Drake è l’uomo dei record. L’ultimo, raggiunto questo mese, è quello di artista #1 al mondo nello streaming mondiale su Spotify superando in classifica sia Adele che gli One Direction.

Solo qualche mese fa, dopo aver pubblicato a sorpresa il disco If You’re Reading This It’s Too Late”, subito schizzato al #1 della classifica di Billboard con oltre 550mila copie vendute, l’artista canadese ha infranto lo storico record (51 anni) detenuto dai leggendari Beatles di numero di brani tratti dallo stesso album presenti in contemporanea nella classifica singoli Billboard Hot 100, piazzando tutte le 14 tracce tratte dall’ultimo album nella Top100.

Sempre con If You’re Reading This It’s Too Late”, DRAKE è stato anche il primo rapper a raggiungere la vetta di questa prestigiosa classifica. In contemporanea anche la Hot R&B/Hip-Hop Songs chart è stata invasa da DRAKE con ben 21 titoli presenti.

Ma ciò di cui si parla insistentemente in questo periodo, è il video di “Hotline Bling”, diventato un vero e proprio fenomeno virale.

Lanciata su Soundcloud, esclusiva di Apple Music Video, poteva sembrare una canzone tra le tante ma presto, questa canzone romantica sulle delusioni e i difetti dell’amore, è diventata a sorpresa una hit, #1 in classifica iTunes Usa per 23 settimane consecutive oltre che nella Top 10 di molti Paesi.

Ma è stato quando è uscito il video, composto in gran parte da un piano fisso che inquadra Drake che balla su uno sfondo colorato, che la Rete è letteralmente esplosa.

Come ha scritto il New York Times “Nessuna celebrity capisce la Rete più di Drake. Online il rapporto tra fan e celebrity è interazione, ricontestualizzazione: la celebrity condivide il controllo, il fan personalizza”. E il video di “Hotline Bling”, già cliccato 90 milioni di volte su http://vevo.ly/qC70GN,  è perfetto proprio per questo.

DRAKE diventa subito un meme: nel giro di ore, minuti, short video e gif di Drake affollano Twitter, Vine, Instagram, Tumblr, ogni fotogramma estrapolato, ritagliato, rimontato, riproposto, editato su altre canzoni, in altre situazioni, in una parola personalizzato.

Drake, ovviamente, sapeva che tutto questo sarebbe accaduto: “Guardavamo il girato e ci dicevamo, questo sicuramente diventerà virale!”.

Moltissimi anche gli artisti che hanno “coverizzato” il brano, da Sam Smith a Justin Bieber, Disclosure, Alessia Cara, Erykah Badu.

http://www.drakeofficial.com/

https://twitter.com/drake

https://www.facebook.com/Drake

https://instagram.com/champagnepapi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *