Manuela Kustermann presenta il programma della prossima stagione del Teatro Vascello

Manuela Kustermann presenta il programma della prossima stagione del Teatro Vascello

“Come simbolo della nostra ventisettesima stagione abbiamo pensato ad un cerchio magico ellittico, un vortice, una spirale, uno spazio bianco da riempire, ma anche un occhio!

Occhio come sguardo totale e periferico, sguardo al futuro e al passato.

Uno sguardo sulla realtà che ci circonda, un occhio che vigila, attento indagatore, specchio dell’anima inteso come animus mundi.

Occhio che si accende come un riflettore sul mondo, che svela bellezza e atrocità, fonte di lacrime e stupore e appagamento.

Il Teatro Vascello, nella crisi che investe tutto il settore dello spettacolo dal vivo e la mancanza di un progetto culturale da parte delle istituzioni che governano il nostro territorio, continua con rigore il suo percorso estetico e poetico verso un teatro puro e si conferma uno spazio per la creazione e la riflessione, uno strumento di conoscenza.

Mettiamo in atto un progetto di approfondimento e di collaborazione con artisti a cui ci sentiamo legati da una grande affinità ed empatia, per questo il nostro cartellone ospita dei graditi ritorni, insieme alla presenza ricorrente di storiche compagnie di ricerca.

Porgiamo un occhio attento alla creatività e alle proposte giovanili senza dimenticare la Danza ormai entrata da decenni a far parte integrante del nostro cartellone, a cui questo anno si aggiunge con alcuni appuntamenti anche la Musica e naturalmente il Teatro Ragazzi e altre iniziative riguardanti il Teatro che affronta problematiche Sociali.

Come luogo di approfondimento e libertà abbiamo i Laboratori Teatrali, quelli sulla Musica e sulla Vocalita’, le Residenze, inoltre ci saranno gli appuntamenti speciali come il ciclo di Letture sulla letteratura del 900, l’omaggio a Shakespeare con la lettura di tutti i 154 Sonetti, alcuni fine settimana con uno spettacolo divertente dedicato a Bacco nel bar del teatro, incontri, presentazione di libri. Insomma un teatro che vive tutto l’anno per un’offerta culturale di qualità per tutta la cittadinanza, una stagione ricca soprattutto di stimoli che ci auguriamo possano tradursi in un interesse costante verso il Teatro.

Quello che ci interessa è la pluralità di linguaggi, che solo può offrire una visione di contemporaneità”.

Manuela Kustermann

Programma stagione Teatro Vascello 2015-2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *