25 aprile a suon di jazz a Marghera

Sabato 25 aprile “Al Vapore” di Marghera concerto di un quartetto di musicisti straordinari e tra i più rappresentativi del panorama jazz nazionale ed internazionale: Andrea Pozza al pianoforte, il canadese Robert Bonisolo al sax, Lorenzo Conte al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria. In programma standard della tradizione ma anche brani originali con il risultato di dare vita ad una armonia unica ma rappresentativa dei singoli e differenti background culturali. Il jazz, si riconferma quindi come un eccellente punto di incontro, celebrato da quattro straordinari artisti che sul palco sapranno dare perfetta prova di interplay, di sensibilità artistica e di qualità interpretativa.

Andrea Pozza ha una solida carriera nazionale ed internazionale ed è riconosciuto dalla critica e dal pubblico come una delle personalità più rappresentative in ambito jazz attualmente in circolazione. Pianista eclettico capace di affrontare con grande disinvoltura qualsiasi repertorio, è sia leader carismatico sia partner ideale per grandi artisti che trovano in lui empatia e innato interplay. Andrea Pozza ha debuttato a soli 13 anni e da allora si è esibito al fianco di alcuni “mostri sacri” della storia del jazz: Harry “Sweet” Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, e molti altri ancora. Andrea Pozza ha fatto parte del Quintetto di Enrico Rava (insieme a Roberto Gatto, Rosario Bonaccorso e Gianluca Petrella, andando a sostituire Stefano Bollani) dal 2004 al 2008 col quale ha inciso per la ECM The Words And The Days (uscito nel 2007). Collaborazioni importanti anche quelle con Sal Nistico e Gianni Basso, con il quale ha collaborato stabilmente per più di 25 anni ed inciso numerosi cd, tra i quali particolarmente significativo quello interamente dedicato alla musica di Billy Strayhorn. Intensa la sua attività concertistica che lo porta costantemente in tour in Italia e in Europa alla guida delle formazioni a suo nome. Pozza collabora stabilmente, tra gli altri, con Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Scott Hamilton, Steve Grossman, Tullio DePiscopo, Luciano Milanese, Dado Moroni, Ferenc Nemeth, Bob Sheppard, Antony Pinciotti, Furio Di Castri e tanti altri. Andrea Pozza è protagonista di numerosi progetti discografici a suo nome sia in trio (il più recente è A Jellyfish From The Bosphorus, Abeat Rec, 2013), sia in quintetto con artisti europei, inglesi ed olandesi (Gull’s Flight Abeat Rec, 2011). I suoi cd più recenti sono I Could Write a Book (Gennaio 2014) e Who cares?(Dicembre 2014) in super audio cd e vinile, pubblicati per Fonè Jazz Records, in duo con Scott Hamilton al sax.

Canadese di origini italiane, saxofonista dalle eccezionali doti, solista fra i più apprezzati del jazz, professionista stimato a livello internazionale e grande didatta, Robert Bonisolo conduce i suoi studi negli Stati Uniti frequentando le migliori scuole mondiali quali Berklee College of Music e The Banff School of Fine Arts. Nel 1987 vince il “Canadian Rising Star Award” e “American Rising Star Award”.
Ha studiato ed in alcuni casi anche collaborato con i migliori musicisti al mondo, tra questi: George Garzone, Joe Lovano, Dave Holland, David Liebman e tanti altri. Giunto in Italia nel 1990 consegue quattro anni più tardi, a completamento della sua formazione musicale, il diploma di quinto anno di saxofono classico presso conservatorio di Ferrara. Intensa la sua attività artistica che lo vede presente nei più importanti festival in tutto il mondo.

Lorenzo Conte formatosi al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, la sua città natale, ha suonato con moltissimi musicisti sia europei che americani tra cui Enrico Rava, Steve Grossman, Dado Moroni e Bobby Watson.

Roberto Gatto nasce a Roma il 6 ottobre 1958, il suo debutto professionale risale al 1975 con il Trio di Roma (Danilo Rea, Enzo Pietropaoli) e da allora ha suonato in tutta Europa e nel mondo con i suoi gruppi e a fianco di artisti internazionali. Oltre ad una ricerca timbrica raffinata e a una tecnica esecutiva perfetta, i gruppi a suo nome sono caratterizzati dal calore tipico della cultura Mediterranea; questo rende senza dubbio Roberto Gatto uno dei più interessanti batteristi e compositori in Europa e nel mondo. E’ sicuramente il più rinomato batterista Italiano all’estero e vanta importanti partnerships con artisti del mondo del jazz e non solo. Numerose sono le sue collaborazioni come sideman: Chet Baker, Freddy Hubbard, Lester Bowie, Gato Barbieri, Kenny Wheeler, Randy Brecker, Enrico Rava solo per citarne alcuni.Nel corso degli anni ha inciso numerosi album a suo nome e composto musica per il cinema, in particolare insieme a Maurizio Giammarco la colonna sonora di Nudo di donna per la regia di Nino Manfredi, e, in collaborazione con Battista Lena, le colonne sonore di Mignon e Partita, che ha ottenuto cinque David di Donatello, Verso Sera e Il grande cocomero, tutti diretti da Francesca Archibugi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *