“Contiene Parolacce”, l”irriverenza’ di Daniele Fabbri

Testo a cura di Liliana Valente

Nel piccolo ed intimo teatro Studio Uno di via Carlo della Rocca 6 a Roma, da giovedì 5 a domenica 8 marzo, è andato in scena uno degli spettacoli più diretti e privi di cliché che un palco abbia mai accolto: “Contiene Parolacce” di e con Daniele Fabbri. L’interazione dell’attore con il pubblico ha mantenuto attiva l’attenzione dei presenti che hanno apprezzato la naturalezza della presentazione iniziale e del modo in cui è stata raggiunta la “giusta confidenza”. Un’ora di pièce che ha toccato molti argomenti frutto di opinioni discordanti e che provocano grandi polemiche. Dalla cultura all’omosessualità toccando alimentazione e religione. Nell’ordinarietà e perbenismo con cui si è abituati a porre i concetti inerenti tali argomentazioni, Daniele Fabbri ha eliminato tutte le formalità ed ha espresso i propri punti di vista in modo chiaro e privo di censure foniche e mentali. Un’espressività colorita ed esilarante unita a profonde riflessioni sul proprio modo di vedere la realtà hanno reso il quadro perfetto e delineato dalla coerenza che dovrebbe dominare le menti di ognuno. Durante il monologo, Daniele Fabbri ha espresso il proprio pensiero su diverse testate giornalistiche che non hanno accolto l’idea di pubblicare lo spettacolo in quanto “fuori dagli schemi”, facendo notare quanto la società sia tutt’ora moralista, limitata e circondata di tabù. Al termine dello spettacolo del giorno 8 marzo, festa della donna, l’attore ha voluto omaggiare il gentil sesso con una lista di frasi “pronte all’uso per offendere il sesso opposto in diverse circostanze”. Fortemente consigliato, “Contiene Parolacce” sarà in scena il 20 marzo al CineTeatroLux di Pisa, il 21 Marzo al Lucignolo di Lovere, il 22 Marzo al  Maite di Bergamo e il 25 nuovamente a Roma al Comedy Central Cocktail Club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *